Violenza e anarchia: il regno di GTA

grand-theft-auto-4-gta-1257

Chi non ha mai pensato di dare un pugno ad un proprio “nemico”, chi non ha mai pensato di andare oltre le regole generali ed etiche.
Riuniamo questi 2 elementi, anarchia e violenza, valori negativi che viaggiano in coppia e che vengono rispecchiati perfettamente nel gioco che è ormai nelle case di tutti i videogamers più sfegatati.
Stiamo parlando ovviamente di Gran Theft Auto IV, ormai diventato un must del marchio Rockstar che ogni 2 anni propone una nuova saga del gioco.
Sembra di parlare di un normale videogame, come tutti gli altri, ma questo è diverso, questo incanta, sorprende, spaventa e ti appaga.

Continua a leggere

Final Fantasy XIII sfrutterà a pieno le potenzialità di PS3

final-fantasy-xiii

Final Fantasy XIII. Altre indiscrezioni su questo titolo che darà vita a Fabula Nova Crystallis, improntata completamente sui cristalli,così come avveniva  per i primi titoli della saga. Nei precedenti articoli, vi abbiamo dato qualche informazione in più sul tanto chiacchierato sistema di combattimento.

Navigando nel web, poi, abbiamo scoperto altre informazioni che provengono da fonti sicure: l’ideatore della serie Yoshinori Kitase, ha, infatti, rilasciato un’intervista – per la rivista Degeki – a proposito di questo gioiellino, in rapporto alla console Sony, PS3.

In particolare, alla domanda: “Con le risorse che possiede la console Sony, che tipo di gioco uscirà alla fine?” ha risposto:

Penso che sfrutteremo innanzitutto il 50% delle risorse, sulla demo che rilasceremo, mentre parlando di prodotto finale, il nuovo Final Fantasy XIII sfrutterà la console Sony quasi interamente al 100%. Anche con gli altri Final Fantasy abbiamo spinto le vecchie console al massimo.”

Continua a leggere

Il significato occulto di Katamari: una critica al consumismo

beautiful-katamari-2

Delizioso e geniale puzzle game, fin dal suo debutto su PlayStation 2 (nel 2004) Katamari Damacy riuscì a conquistare le simpatie di molti.

In tanti tesserono le lodi di questo titolo, caratterizzato da un curatissimo level design e da un gameplay semplice e travolgente (letteralmente). La trovata geniale del titolo era infatti estremizzare l’effetto valanga: l’obbiettivo era inglobare, all’interno di una gigantesca palla, tutti gli oggetti più piccoli, fino a completare il livello.

Pochi giorni fa, nel corso della Game Developer Conference, il creatore del videogame, Keita Takahashi, ha dichiarato che con il titolo intendeva veicolare un preciso messaggio: criticare il consumismo della società.

Continua a leggere

L’Inferno di Dante Alighieri su PS3 e Xbox 360

Nel 1265 nasceva uno tra gli autori più conosciuti della nostra letteratura, il sommo poeta Dante Alighieri. Nel 1304 circa iniziava la stesura della prima cantica di un’opera tanto odiata, quanto amata da tutti gli studenti, l’Inferno della Divina Commedia. Adesso – nel 2009 – quest’opera rinascerà grazie ad una software house di tutto rispetto, Electronic Arts.

Sarà un action game il nuovo gioco ispirato al prodotto più interessante del padre della nostra letteratura e, in particolar modo, riguarderà gli eventi di una soltanto delle cantiche, la prima. L’Inferno, con tutti i suoi vizi e personaggi: Ciacco tra i golosi, Paolo e Francesca tra i lussuriosi, Giuda, Bruto e Caino tra i traditori dei parenti e chi più ne ha – e ne conosce – più ne metta.

Continua a leggere

Studi scientifici rivelano che giocare agli FPS migliora la vista

gatto-cecchino1

Se anche voi vi siete spesso domandati “Quanto mi rovinerò la vista giocando ai videogame?”, allora questa notizia vi rallegrerà parecchio.

Uno studio scientifico, pubblicato nell’ultimo numero della rivista Nature Neuroscience, circa gli effetti che i videogiochi producono sulla nostra vista, è giunto a risultati sorprendenti: la sensibilità al contrasto dei videogiocatori sarebbe migliore di quella di chi non gioca.

Continua a leggere

GDC 2009: un nuovo titolo per Metal Gear Solid?

Game Developers Conference. Con il quarto capitolo di Metal Gear Solid, gli sviluppatori avevano detto addio alla serie, nonostante il successone ottenuto fino ad allora. Hideo Kojima, però, si è lasciato sfuggire una piccola – ma bella – notizia – a proposito della serie, per la felicità di tutti i fan del genere e non solo.

Continua a leggere

GDC 2009: le opinioni di Wright, Molyneux, Gordon e Lanning

game-developers-conference-2009

Quando tre tra i più brillanti game designer del mondo discutono su come il videogioco stia acquisendo un’autentica funzione sociale, si comprende che eventi come quello del GDC 2009 meritano una partecipazione.

In questo articolo vi proporremo le chicche migliori della gustosissima chiacchierata di Will Wright, Peter Molyneux, Lorne Lanning e Bing Gordon. Ricordiamo che i primi tre sono degli autentici mostri sacri del mondo del game design, mentre l’ultimo è il precedente CEO della nota Electronic Arts.

Continua a leggere

GDC 2009: novità per Nintendo DSi

In occasione della Game Developers Conference 2009 – tenuta a San Francisco – sono state svelate molte delle novità che caratterizzeranno gli sviluppi del mondo videoludico. Novità è sinonimo di Nintendo o meglio è una caratteristica fondante della strategia della casa produttrice che – ricordiamo – domina incontrastata nel mercato, anche – e soprattutto – a causa degli errori strategici di Sony, sui quali ci siamo già soffermati più volte.

Nintendo DSi è il nuovo prodotto che rispecchia a pieno quanto detto fino ad ora. Già con NDS, la casa produttrice è riuscita a penetrare nel mercato videoludico, senza alcun tipo di problema, accaparrandosi la simpatia di mamma Square che si dice propensa al multiplatform. Una strategia non realizzata ancora a pieno, per la felicità di Sony, fino ad ora unica destinataria dei prodotti Square.

Continua a leggere

GDC 2009: le console passeranno il testimone ad OnLive?

onlive-2

Nel corso della Game Developer Conference è stato presentato un servizio di gaming on demand che ha suscitato molto scalpore e che ancora non cessa di far discutere: il suo nome è OnLive. Il proposito di Rearden Studios (società dietro la piattaforma) è rivoluzionare il modo di giocare ai videogiochi, soprattutto per gli utenti PC.

Tutti i possessori di Personal Computer si saranno infatti ritrovati di fronte, almeno una volta nella vita, ad una macchina obsoleta e dunque inadatta ai titoli più nuovi. E in simili casi si apre un doloroso bivio: comprare un nuovo computer o aggiornare l’hardware preesistente. In queste situazioni c’è solo una costante: l’esborso di denaro.

L’intenzione dei creatori di OnLive è intervenire proprio sulla questione hardware: perché non eliminare del tutto il problema, delegando a qualcun altro il compito di macinare i giochi?

Continua a leggere