Quanto guadagna un creatore di videogiochi?

satoru-iwata-ds-prints-money-dollar

La vecchia questione della retribuzione di chi si occupa dello sviluppo dei videogame, ha sempre destato molta curiosità. La credenza comune, a tal proposito, vede programmatori malpagati e software house che vivono di espedienti prima (e magari anche dopo) aver sfornato un videogame.

Ci pensa un sondaggio di Game Developer magazine, nota rivista sull’industria videoludica, a dissipare la nebbia sulla faccenda. I risultati, ne siamo certi, sorprenderanno anche voi…

Continua a leggere

Le prime indiscrezioni su Tekken 6

Namco Bandai è al lavoro sullo sviluppo del sesto capitolo della serie picchiaduro più conosciuta dei nostri tempi: Tekken. Così come Square Enix, sembrerebbe che quasi tutte le altre software house -Namco Bandai inclusa- stiano puntando sulla strategia del multiplatform. Alla faccia di Nintendo -per la felicità di Microsoft e, soprattutto, Sony– Tekken 6, infatti, interesserà sia Xbox 360 che PS3 e PSP.

Le dichiarazioni di Katsushiro Harada -produttore esecutivo- hanno messo in evidenza quale sarà la strategia che sarà utilizzata per rendere meglio la differenza dello stesso titolo, lanciato per console diverse. In particolare, le recenti indiscrezioni -facenti capo a questa settimana- riguardano i contenuti, extra e non, del sesto capitolo della serie: a seconda della console, infatti, potremo assistere a cambiamenti nell’ambito dei character e (quasi sicuramente) nei costumi, oltre che nei bonus.

Continua a leggere

E’ guerra (a colpi di console) tra Sony e Nintendo

console-war

Come al solito, vi informiamo su quanto accade nelle terre del Sol Levante circa le vendite e il riscontro presso il pubblico delle piattaforme Sony (PS3, PS2 e Psp), Nintendo (Wii, Nintendo DS e Nintendo DSi) e Microsoft (Xbox 360). Sony ha recuperato alla grande e continua a mantenere, anche se non in termini assoluti, il dominio sui competitor.

Veniamo a conoscenza della situazione delle vendite giapponesi, tra il 20 e il 26 Aprile, grazie alla nota rivista Famitsu, che ha illustrato  in termini numerici -come era ovvio che fosse- il quadro delle unità vendute, per ogni singola piattaforma.

Continua a leggere

Yoichi Wada: la gente anziana congela l’industria giapponese

yoichi-wada

E’ da un po’ che l’industria videoludica giapponese deve confrontarsi con una sempre più agguerrita concorrenza occidentale. E parliamo soprattutto degli Stati Uniti, ma anche nella nostra amata Europa le forze in gioco sono in continua crescita.

Yoichi Wada, presidente e CEO di Square Enix, ha detto la sua in proposito, cercando di individuare il nocciolo della leggera empasse che sta vivendo l’industria del Sol Levante: il vero problema, a suo avviso, è costituito dalla “gente anziana che fa il solito vecchio lavoro“.

Continua a leggere

Square Enix al lavoro per Dragon Quest: Wars?

Square Enix si prepara a distruggere la concorrenza, attraverso strategie di vario tipo: non solo attraverso il multiplatform oppure con l’acquisizione di Eidos Interactive, ma anche con titoli di tutto rispetto, che hanno interessato soprattutto Nintendo con la console portatile NDS. E’ risaputo, infatti, che Square si è divertita a sfornare gioiellini -giochi di ruolo davvero niente male- per il gingillo del colosso giapponese.

Sempre a proposito del rapporto Square-Nintendo abbiamo qualche altra informazione a proposito dei prossimi titoli, in particolare su Dragon Quest. Sembrerebbe in arrivo un nuovo episodio della serie, che interesserà -con buona pace dei fan di Sony e Microsoft– solo e soltanto Nintendo Wii.

Continua a leggere

Troppe critiche per Six Days in Fallujah: Konami taglia la corda

six-days-in-fallujah

Ci eravamo illusi, meno di un mesetto fa, che Konami avrebbe avuto il coraggio di finanziare Six Days in Fallujah, un videogioco ispirato alle guerre che hanno interessato la città di Fallujah. Certo, ci voleva molto fegato per trattare un tema così caldo (quale è quello della guerra in Iraq) in un videogioco.

Non a caso, nei giorni seguenti l’annuncio del titolo, le critiche al progetto sono state numerose e giunte un po’ da tutte le parti: stampa, famiglie di soldati, politici… I denigratori possono ora gioire: dopo questa serie infinita di polemiche, oggi Konami ha annunciato che abbandonerà il progetto.

Continua a leggere

Il “viaggio incredibile” di Eidos e Square Enix

Come già saprete –ve ne abbiamo parlato in precedenzaSquare Enix ha acquistato diverso tempo fa (la scorsa settimana, in pratica) Eidos, per un totale di 84 milioni di sterline. Quello di cui parleremo in questo articolo è proprio il rapporto che i vertici Square intendono stabilire con i responsabili dell’azienda acquisita, alla faccia -è il caso di sottolinearlo- dei competitor.

I dirigenti Square non hanno nessuna intenzione di imporre i propri  modi di fare ai nuovi colleghi. Per dirla in breve, Eidos resterà la solita. Sarà indipedente: è stata costruita una identità, un marchio, e tali resteranno. Resteranno intatti. Gli sviluppatori (e tutto il team) continueranno il loro lavoro, senza intrusioni da parte dei vertici Square, cercando di cooperare -ovviamente- per realizzare dei gioiellini, degni della fama di entrambe.

Continua a leggere

PlayStation 3: il (tanto atteso) price cut è in arrivo?

playstation-3

Ve ne abbiamo già parlato in passato, ma fino ad ora la notizia di un taglio drastico dei prezzi praticati da Sony non ha avuto realizzazione. Eppure, i consumatori continuano a restare fedeli. Lo dimostrano i dati di vendita in Giappone, dei quali vi abbiamo parlato abbondantemente in un precedente articolo.

La notizia continua a serpeggiare nel web, tanto da farci pensare che, in occasione del tanto atteso E3, succederà qualcosa. Aspettiamo, insomma, delle dichiarazioni hot. D’altronde, è stato proprio Mr. John Keller di Sony a sostenere che l’evento sarà importantissimo per tutto il mondo PlayStation.

Continua a leggere

Famitsu Awards: la premiazione dei migliori giochi del 2008

famitsu-2008-awards

La giapponese Famitsu è nota come una delle riviste di videogiochi più autorevoli al mondo. Oltre ad attribuire voti con una certa tirchieria, è dedita anche ad assegnare premi ai migliori videogiochi e alle società che si sono distinte nel corso dell’anno appena concluso.

L’elenco completo di premi che troverete dopo la pausa si riferisce al lasso di tempo tra il 1 gennaio 2008 e il 31 dicembre 2008.

Continua a leggere