RisiKo! e Metal Gear Solid: più vicini di quel che si direbbe

Il gioco da tavola più guerrafondaio (per scherzo) di sempre e che ha attraversato un incredibile numero di generazioni di comandanti in erba, adesso beneficerà di una sfavillante edizione ispirata a Metal Gear Solid.
Tramite (e solo) il sito USAopoly.com è possibile acquistare il gioco, la cui uscita è imminente. Il portale inizierà le prenotazioni il 3 ottobre, al prezzo di 50 $ per una scatola. A proposito: noi italiani rimaniamo a bocca asciutta, almeno per il momento, visto che l’e-store non esegue spedizioni internazionali.

Se doveste riuscire a reperirlo, fatemi sapere il nesso che sussiste tra Solid Snake e “Distruggi tutte le armate viola“. Provvederò ad aggiornare il post.

I media tratti da Batman sono (quasi) sempre i migliori. Perché?

Film (animati e non), serie tv, videogiochi: Batman si riconferma sempre come l’unico fumetto che riesce quasi sempre a catalizzare nel modo giusto le attenzioni di tutti i media.

E qualche ragione ci sarà pure: conducendo una sorta di processo di reverse engineering dei meriti artistici del Cavaliere Oscuro, è possibile estrapolare quelle caratteristiche universali capaci di elevare qualunque videogioco.

Continua a leggere

Achievements: elogio delle sottigliezze più intime di un videogioco

Quando Internet ancora non c’era (e perfino negli anni ’90, prima di diffondersi, occorse svariato tempo), il giocatore possedeva probabilmente un rapporto estremamente intimo, molto personale con il titolo di turno.
Certo, con amici e parenti era possibile giocare insieme, discutere di un videogame, scambiarsi trucchi scoperti con compiaciuta soddisfazione.
Ma una volta ritornati alla “solitudine”, il nostro cervello era libero di vagare, edificare vertiginosi castelli di fantasia su un determinato livello, rendendo così unica l’esperienza di gioco.

Tale libertà oggi non è certo negata, ma con l’avvento della Grande Rete è come se la magia d’un tempo fosse leggermente fiaccata. Per fortuna le software house sono indirettamente riuscite a restituirci quel che Internet ci ha “preso in prestito”: tutto grazie agli achievements.

Continua a leggere

I segni inconfondibili dell’anima dei vecchi Sonic in 2D

I nostalgici dei vecchi e indimenticabili Sonic in 2D probabilmente non avranno dimenticato le sensazioni procurate dai capitoli più antichi del riccio blu, in esclusiva sul glorioso Mega Drive.
Ho pensato di raggruppare in un elenco tutti quegli elementi inequivocabili che contraddistinguono lo spirito dei platform di quegli anni. Ovviamente si tratta di percezioni personali, ma sono certo che una larga maggioranza saranno condivise anche da voi: è impensabile che i classici dell’ipercinetico eroe prescindano da certi elementi fondamentali.

Di qui a poco ci occuperemo della recensione di Sonic the Hedgehog 4; tenete dunque a mente le caratteristiche di seguito riportate: anche queste compongono un metro di giudizio da non dimenticare quando si analizza un gioco dedicato al porcospino più veloce del mondo.
E mi raccomando: nei commenti aggiungete pure le vostre impressioni, provvederò a inserirle nell’elenco.

Continua a leggere

Un post dal passato – Riconoscere videogiochi e console… dai raggi X

Riesumiamo un vecchio e curioso post, condividendo lo spiritoso omaggio di Google per il 115° anniversario della scoperta dei raggi X, avvenuta l’8 novembre del 1895 ad opera del fisico Wilhelm Conrad Röntgen.

joypad-nintendo-64-raggi-x

E’ proprio vero, se certi personaggi non esistessero, bisognerebbe inventarli.

Guardate con i vostri occhi, dopo la pausa, cosa è riuscito a combinare tale Reinier van der Ende, tecnico neerlandese, attivo nel più grande ospedale del nord dei Paesi Bassi. Il simpatico signore, avendo a disposizione un nutrito campionario di console e videogiochi, ha pensato bene di passarli ai raggi X per vedere l’effetto che fa…

Continua a leggere

L’anime di Dante’s Inferno disponibile dall’8 febbraio

Dante's Inferno

E’ recente l’annuncio di Electronic Arts circa uno dei titoli più attesi del 2010. Il buon nome della nota software house non può che far binomio con l’avventura ispirata alla prima cantica della Divina Commedia del Sommo Poeta: Dante’s Inferno. La notizia riguarda, a pieno titolo, non il gioco per PlayStation 3 e Xbox 360, ma l’altrettanto atteso anime.

Continua a leggere

E’ polemica tra Square e Capcom sulla crisi del mercato orientale

yoichi-wada-2

Il divario tra Occidente e Oriente si manifesta purtroppo o per fortuna -sta a voi dirlo- anche nel mondo videoludico, caratterizzato negli anni passati dal primato delle software house giapponesi. Oggi la situazione è cambiata radicalmente, tant’è che molti sviluppatori stanno cercando di “occidentalizzare” i propri prodotti e ampliare, quindi, le loro prospettive. Scelta rispettabilissima, ma non sempre condivisibile…

Continua a leggere

Kids and Gaming 2009: ben 55 milioni i gamer americani

ragazzi-giocano-a-world-of-warcraft

Buone nuove da NPD Group: la nota azienda statunitense – che si occupa di pubblicare mensilmente classifiche hardware e software riferite al mercato americano, ha stilato la relazione Kids and Gaming 2009, prendendo in considerazione un target compreso tra i 2 e i 17 anni d’età.

Continua a leggere